Mese: ottobre 2014

Triarticolazione sociale in breve

  Chi produce qualità può farlo grazie alle conoscenze che ha sviluppato in relazione al campo in cui opera. La possibilità di promuovere la qualità in un ambito qualunque dipende anzitutto dal talento del singolo, valorizzato per mezzo dell’educazione e dell’in-segnamento. Tutti quelli che, avendo sviluppato liberamente le proprie capacità e conquistato conoscenze adeguate, lavorano per produrre qualità, si accorgono…

E il verbo?

Fateci caso: i nostri bambini oggi, quando si rivolgono agli adulti, tendono a non usare più i verbi. Basta la “parolina magica” che apre ogni porta. Così a tavola dicono “acqua, per favore” e qualcuno versa loro da bere. Il verbo non è più di moda e appare come semplice possibilità priva di attributi («Posso un foglio?»). Ma l’assenza dei…

Prima di mangiare

  I nostri bambini hanno bisogno di punti di riferimento per potersi orientare e trovare il loro cammino nel mondo. Questi punti di riferimento sono dati anche dalla ripetizione costante di piccoli gesti o di frasi che accompagnano importanti momenti della giornata come i pasti o la nanna, forme di ritualità di cui il bambino ha un profondo bisogno, come…

Viva la volontà!

      Spesso gli adulti trovano sconveniente che i bambini si esprimano dicendo «Voglio…» e cercano di correggerli. C’è chi li ammonisce dicendo che l’erba voglio non cresce neanche nel giardino del re, chi cerca di insegnare loro l’uso del condizionale «vorrei» per esprimere educatamente i propri desideri, chi li invita ad aggiungere la parolina magica «per favore» per essere…