Fiumi di parole

Hits: 63

La nostra è la cultura delle parole. Oggi si preferisce all’azione la conversazione, magari per lamentarsi di come vanno le cose, o per affermare chi dovrebbe fare cosa. Le cose però prendono questa o quella piega a seconda di quello che decidono gli esser umani e chi si lamenta, si lamenta sempre di decisioni prese da altri. Meglio sarebbe smettere di lamentarsi e cominciare ad agire, per quel tanto che ci è permesso decidere per la nostra vita. Per farlo dobbiamo tirare fuori tutto lo spirito di iniziativa che ci è rimasto, andandolo a disseppellire sotto spessi strati di critica, giudizio, malevolenza e indifferenza. Cominciamo a decidere e agiamo di conseguenza dunque, senza avere la pretesa di fare grandi cose. “Fate poco, ma che il poco sia tanto!”, diceva Vittorio Gorini…

Post navigation

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *